Il futuro degli aeroporti : sempre più green.

Sono da poco ritornata da una visita a Budapest ed è talmente meravigliosa che le ho dedicato il numero Spring di Blossom zine. Questa città europea è energia pura. Guardate qui che immagini.

Blossom zine BUDAPEST PH Fabio Frigerio

Blossom zine BUDAPEST PH Fabio Frigerio

Ogni numero della rivista Blossom zine contiene un inserto speciale sui parchi e sui luoghi green da visitare e in questi giorni sto proprio pensando al mio prossimo viaggio e sono indecisa tra due possibili opzioni.

In realtà l’esperienza del viaggio, ovunque andiate, parte sempre dall’aeroporto. A quanti di voi è capitato di dover passare ore ed ore tra uno scalo e l’altro? A me spessissimo, ma devo dire che negli ultimi anni gli aeroporti stanno cambiando velocemente e in meglio.

Il viaggio ai nostri giorni non è più considerato solo un trasferimento da un luogo all’altro, dove il tempo di trasferimento è considerato tempo sprecato, ma sta diventando sempre di più come un’esperienza, un evento da vivere nella maniera più divertente e rilassante possibile, e perché no, certamente da condividere sui vari social-media.

Non siamo più disposti a correre velocemente tra un gate e l’altro, la necessità di raggiungere la meta finale si sta dilatando nel tempo e farà sempre più parte del viaggio stesso.

La nostra esperienza all’interno di un aeroporto quindi si modifica e l’idea di prendersi un caffè in una caffetteria famosa, di assaggiare cibi speciali e di fare acquisti dalle marche più note andrà oltrepassata spinti verso una nuova tendenza.

Vediamo insieme alcuni aspetti di questa nuova tendenza.

plinthetal.com atocha

https://plinthetal.com/tag/atocha/

Avete presente la stazione spagnola di Atocha? Posizionata nel pieno centro di Madrid rompe tutte le normali regole di una stazione ferroviaria. Aperta nel lontano 1851 e ricostruita ben due volte, la prima dopo un incendio appena quarant’anni dopo la costruzione e la seconda nel 1992 riqualificandola con un’enorme giardino tropicale nell’atrio principale. In 4.0000 metri quadri vengono coltivate ben 7.000 piante tropicali. È a dir poco affascinante, vi riporta alla memoria sia i giardini ottocenteschi, dove in meravigliose serre venivano coltivate le grandi piante, sia l’epoca dello sviluppo urbano e il tanto amato progresso.

La stazione di Atocha ha aperto il modello anche per la progettazione degli aeroporti, trasformandoli quindi da spazi di transito a esperienza e contatto con la natura.

plinthetal.com atocha 2

https://plinthetal.com/tag/atocha/

Vi faccio alcuni esempi, l’aeroporto Singapore Changi Airport ha diversi terminal e in ognuno di questi ci sono dei giardini particolari:

Cactus Garden (T1) – Un giardino pensile all’aperto con moltissime specie diverse di cactus e succulente.

Enchanted Garden (T2) – Un giardino interattivo con immagini e suoni.

Singapore-Changi-Airport_butterfly_garden

Singapore-Changi-Airport_butterfly_garden

Orchid Garden & Koi Pond (T2) – Una mostra di orchidee rare, perché è il fiore simbolo della città.

Sunflower Garden (T2) – Coltivato con fiori di girasole e con una vista pazzesca sulla pista degli aerei.

Butterfly Garden (T3) – Primo del suo genere in un aeroporto con più di 1.000 farfalle.

Sunflower-Garden-1024x683

Negli ultimi anni stanno emergendo aeroporti innovativi che propongono nuove esperienze collegate con l’idea di natura, come ad esempio nell’aeroporto di Monaco di Baviera, considerato tra l’altro uno dei migliori ne La top 10 dei migliori aeroporti, qui nel periodo natalizio verrete accolti da una pista per pattinare su ghiaccio con tanto di grandi abeti decorati per le feste.

Christmas market Airport Munich, © Flughafen München GmbH

Christmas market Airport Munich, © Flughafen München GmbH

Oltre ad avere ricreato un piccolo Oktoberfest dove un tradizionale birrificio è circondato da molti alberi, tavoli e sedie in legno, c’è una cosa pressoché pazzesca … una piscina con le onde per fare surf !! Il Surf & Style di Monaco piace e attira moltissimo i giovani perché offre proprio un’esperienza diversa.

Surf-Style-Munich-Airport photo Flo Hagena

Surf-Style-Munich-Airport photo Flo Hagena

Dalle ultime ricerche e sondaggi Quali sono i migliori aeroporti del mondo? sono emerse che le aspettative dei passeggeri sono sempre più alte e vogliono sempre più interazioni digitali e sociali.

Quindi nei prossimi anni avremo sempre più connessioni internet veloci per notifiche di volo in tempo reale e indicazioni per la porta d’imbarco del nostro volo, ma anche esperienze di realtà aumentata e internet delle cose !

In tutto questo non c’è solo la tecnologia, vi sarà la possibilità di fare yoga o di andare ad un concerto musicale, oltre che come abbiamo visto a Singapore ci si potrà rilassare e passare qualche ora in una bella serra con tanto di parco botanico al suo interno.

Anche perché dalle ultime ricerche delle agenzie di marketing e social sono proprio i Millennials che con un 58% vuole divertirsi aspettando il loro volo, rispetto ad un 42% dei Baby Boomers che percepiscono il tempo trascorso in aeroporto solo come un noioso transito, quindi … largo ai giovani e alle loro nuove manie!

Una curiosità, nella classifica degli aeroporti TOP al Primo posto c’è quello di Helsinki-Vantaa, e io in tutta onestà avrei voluto andarci anche solo per vedere e condividere su facebook il loro fantastico cartello di benvenuto !!

aef61ad8-5210-451d-9840-0b362ef96cd6

 

 

 

Scarica, gusta, sfoglia, mangia Blossom zine
https://issuu.com/blossomzine
Una rivista di fiori e piante come non l'avete mai vista!

You may also like...

Lascia un commento