Agosto tempo di fai da te, arredare un terrazzo con il prato sintetico

La mia collaborazione con Verdemax prosegue, vi ho presentato il kit per giardino verticale qui

e poi post sulla compostiera  https://blossomzine.eu/blog/vintage-garden/

https://blossomzine.eu/blog/un-giorno-da-zia/

Blossom-zine-per-Verdemax-Prato-sintetico-fai-da te

 

Quest’anno ho voluto giocare con il prato sintetico Verdecor Gold Plus

Ho sempre pensato che se avessi avuto la possibilità di provare un prato sintetico avrei creato qualcosa di diverso dal solito, lasciandomi ispirare da Roberto Burle Marx il famosissimo architetto paesaggista e botanico brasiliano, considerato una figura chiave del ‘900 nell’arte dei giardini, pensate che iniziò la sua carriera come artista plastico e pittore, e questa sua peculiarità è quasi la parte integrante dei suoi progetti.

Blossom-zine-per-Verdemax-Prato-sintetico-fai-da te

Quindi mi sono fatta suggestionare come lui dall’arte astratta e dal costruttivismo e ho ritagliato il mio prato sintetico con forme che ricordano i disegni schematici di Burle Marx.

Come è fatto un prato sintetico

Blossom-zine-per-Verdemax-Prato-sintetico-fai-da te

Il prato della Verdemax è realizzato con monofilamenti di erba alta ( mm 35 ) flessibili e morbidi al tatto, composti da fili di 4 colori.

È fatto bene !

ed è per questo che ricorda un prato vero, perché ci sono anche i fili di color marroncino arricciati.

La parte inferiore del tappeto è formata da uno stato di tessuto color nero rinforzato da una rete e avente dei piccoli fori alla base per permettere il drenaggio dell’acqua, inoltre è resistente ai raggi del sole.

Vi lascio il link per qualsiasi info in più.

Blossom-zine-per-Verdemax-Prato-sintetico-fai-da te

Facilissimo, questo prato tappeto si taglia con un taglierino!

Blossom-zine-per-Verdemax-Prato-sintetico-fai-da te

IDEA CREATIVA per un terrazzo

Progettare fase 1:  Per prima cosa misurare lo spazio a disposizione, considerare tutti gli ingombri sul terrazzo, come fioriere, vasi e mobili.

 

Blossom-zine-per-Verdemax-Prato-sintetico-fai-da te

Blossom-zine-per-Verdemax-Prato-sintetico-fai-da te

 

 

Progettare fase 2: Una volta che avete disegnato su un foglio il vostro spazio, potete quindi decidere quale forma dovrà avere il vostro nuovo prato / tappeto

Blossom-zine-per-Verdemax-Prato-sintetico-fai-da te

Io ho scelto di lavorare con le onde, ma potete sbizzarrirvi e creare anche forme più geometriche e rigide.

Blossom-zine-per-Verdemax-Prato-sintetico-fai-da te
il NUOVO terrazzo di Blossom zine

Il mio terrazzo è lungo 12 metri per 3,5 metri, è stipato con i mobili bianchi in ferro da giardino, la pergola, un piccolo tavolino e due sedie e i miei 67 ( si avete capito bene sessantasette ) vasi di varie dimensioni.

Quindi la mia idea è stata quella di creare / ritagliare vari pezzature, alcune delle quali con motivi a onde da appoggiare al muro della casa, mentre altre da lasciare al centro del terrazzo e sotto ai mobili proprio come tappeto.

Blossom-zine-per-Verdemax-Prato-sintetico-fai-da te

Progettare fase 3: Stendete il vostro pezzo di prato al rovescio e con un gessetto segnate la forma da ritagliare, con un normale taglierino incidete e sagomate il prato, è un’operazione davvero facile e veloce.

Nota bene: se fate il disegno sul foglio dovete poi specchiarlo e riportarlo sul prato, perché state ritagliando al contrario.

Blossom-zine-per-Verdemax-Prato-sintetico-fai-da te

Mentre ritagliavo il prato pensavo anche a un altro famoso architetto del paesaggio statunitense, Martha Schwartz che ha sempre avuto un approccio visionario, spesso contaminato dall’arte e dai simboli, nei suoi progetti mi colpisce il suo eccentrico senso di ironia.  Uno su tutti il progetto del 1986 al Whitehead Institute “Splice Garden”, Cambridge, MA, USA

Dove nel cortile dell’ultimo piano dell’istituto ha creato un giardino zen abbinato a un parterre alla francese, gli elementi volutamente “finti” sono stati scelti per vari motivi, sia di budget, sia strutturali, sia di gioco.

Blossom-zine-per-Verdemax-Prato-sintetico-fai-da te

Il risultato finale mi piace assai!!

Suggerimenti: Potreste creare dei cuscini, ricoprite delle sdraio, fare dei piccoli pouf quadrati ecc. Chissà quali idee verranno a voi.

Come si pulisce un prato sintetico:

con un soffiatore, vi servirà per rimuovere le foglie secche portate dal vento

con una classica scopa, per asportare polvere e foglie secche

con un getto d’acqua nel caso vogliate pulirlo o nel caso abbiate degli animali domestici

OPZIONE per terrazzi in OMBRA

Io ho voluto giocare con il prato sintetico della Verdemax sul mio terrazzo soleggiato, MA se per caso avete un terrazzo o un balcone esposto a NORD, ovvero dove il sole non batte mai e dove nessun prato seminato cresce, potrebbe essere una soluzione ottimale!

Potreste adagiare il prato sintetico su tutta la vostra superficie, magari abbinando anche delle zone con un pavimento in teak o in cemento.

Una volta poi sistemati i vasi per le piante adatte alle zone d’ombra e i mobili da giardino, diventerà un’ambiente gradevole e perfetto per delle cene con gli amici.

seguimi anche su facebook

dana frigerio
se mi seguite nelle storiessss su Instagram e su facebook mi avrete visto all’opera !

 

 

 

Se non segui ancora Blossom zine su Facebook, ti lascio il link qui, perchè noi ci divertiamo un sacco :) e siamo online con il numero di Blossom zine → LINK QUI per sfogliarlo ( una rivista di fiori e piante come non l'hai mai vista )