Bocca di Leone – Antirrhinum majus




Bocca di Leone – Antirrhinum majus

Nome comune: Bocca di leone o Bocca di lupo.
Genere: Antirrhinum
Specie: majus.
Famiglia: Scrofulariaceae.
Provenienza: regioni mediterranee.

Descrizione genere: comprende 42 specie di piante perenni e annuali delle quali la più diffusa risulta A. majus.
Antirrhinum majus: originaria delle regioni mediterranee, questa specie perenne presenta il fusto lignificato alla base e le foglie più alte sessili, contrariamente a quelle più basse dotate di picciolo. Da giugno fino ai primi geli produce fiori (riuniti in infiorescenze a grappolo, erette), che, con la loro forma caratteristica, sono la causa del nome comune di questa specie: bocca di leone o bocca di lupo. Essi presentano una corolla tubulosa, rigonfia nella parte basale, che termina, all’estremità opposta, con due formazioni simili a due labbra (quello superiore diviso in due lobi e quello inferiore in tre). Può crescere fino a 25-120 cm., a seconda della varietà.
Quelle più piccole possono essere utilizzate per formare bordure e per decorare il giardino roccioso; quelle più alte sono più indicate per produrre fiori da taglio, formare aiuole o essere coltivate in vaso.

Temperatura: richiedono protezione dal freddo invernale.
Luce: esposizione soleggiata.
Annaffiature e umidità ambientale: annaffiare regolarmente.
Substrato: sono adatti tutti i terreni da giardino, meglio de di medio impasto, ricchi di sostanza organica e senza ristagni di umidità.
Concimazioni ed accorgimenti particolari: se si coltivano in vaso, devono essere utilizzati contenitori di 12-14 cm. di diametro per ogni singola pianta, oppure di 25 cm. di diametro per un gruppo di tre piante.

Normalmente le bocche di leone si riproducono per seme, in febbraio-marzo, in letto caldo, in terrine riempite con una miscela di torba e sabbia in parti uguali. I semi posti sul substrato, devono essere bagnati leggermente con un annaffiatoio a fori sottili e, successivamente, ricoperti con un sottile strato di sabbia. La germinazione avviene, di solito, nel giro di 8-12 giorni. Le nuove piantine dovranno essere ripicchettate in vasi di 8 cm. di diametro e, successivamente, in vasi di dimensioni maggiori. La riproduzione per talea è difficile e poco utilizzata.


Bookmark and Share

Se non segui ancora Blossom zine su Facebook, ti lascio il link qui, perchè noi ci divertiamo un sacco :) e siamo online con il numero di Blossom zine → LINK QUI per sfogliarlo ( una rivista di fiori e piante come non l'hai mai vista )