Home Blossom zine Come rinvasare una pianta e come scegliere i colori dei vasi per...

Come rinvasare una pianta e come scegliere i colori dei vasi per casa

Ho trovato questa frase scritta in un libro: Vorrei essere come l’edera per aggrapparmi a qualcuno (Anonimo)

Ve la condivido perché mi è piaciuta tantissimo.

Quindi non solo avere qualcuno a cui aggrapparsi, ma crearsi un angolo di verde in casa o in giardino è il desiderio di tanti, per me è la quintessenza della serenità, della tranquillità.

Ci pensate? rimanere tra le pareti di casa nostra avvolti dai meravigliosi colori delle piante e dei fiori un vero lusso, una vera pace.

LE COMPOSIZIONI DI PIANTE DIVERSE

Possiamo decidere se avere un solo vaso per pianta oppure scegliere di creare delle composizioni.

NOTA occorre molta attenzione nello scegliere le piante da abbinare, dovrete scegliere quelle che esigono la stessa quantità di acqua e di luce.

Se però questo non fosse possibile, vi do questo suggerimento: raggruppare le piante in un vaso grande, che userete come contenitore porta vasi, quindi ogni pianta con il proprio vaso, e le adagerete su un bel fondo spesso di argilla espansa.

Mi raccomando scegliere le piante per texture e forma e abbinatele al colore del vaso.

VASO GREEN E SOSTENIBILE

I vasi della linea VECA “lovin’green” fanno parte di un ciclo sostenibile, la linea Cleo è una linea colorata e green appunto.

Sostenibile perché: i prodotti della linea Lovin’green, sono realizzati in plastica riciclata provenienti da raccolta differenziata.

I vasi, come dice il nome, sono infatti realizzati con il 60% di plastica derivante da raccolta differenziata, sia i vasi che il packaging sono al 100% riciclabili così, al termine del normale ciclo di vita, tutto potrà prendere nuova forma.

Veca ama il verde non solo perché crea prodotti per il giardinaggio, ma anche perché è sensibile all’ambiente, ha infatti un processo che si basa sul riutilizzo e riciclo della plastica, il 60% del materiale con cui vengono creati i prodotti di questa linea derivano da raccolta differenziata.

I vasi sono stati studiati per essere sia dei vasi da esterno, quindi per il terrazzo, il balcone e il giardino (avete visto l’ultimo mio video? Ho diversi suggerimenti al riguardo)

Ma anche per essere dei vasi da interno.

Vediamoli nel dettaglio

Hanno un foro sul fondo ..chiaramente è per far uscire l’acqua quando annaffiamo e quindi serve per non avere ristagni, ma

Ma se chiudiamo il tappino rosso…. Diventa un cache pot , quindi da interno.

I COLORI DEI VASI

Non solo mi piacciono per questo motivo, sono attenti all’ambiente, ma anche per i colori che hanno scelto,

Posso raccontarvi dei nomi dei colori? sono particolari sia le tonalità che i nomi che Veca ha scelto

si chiamano:

Terra Laguna / Terra Etrusca/ Terra Salentina / Terra cotta

Che mi ricordano i quadri di alcuni pittori del Settecento, Ottocento tipo il Canaletto. Vedi foto

E poi abbiamo il bellissimo colore tortora e una bella tonalità di verde scuro, denso, intenso.

Mi piacciono perché si ambientano bene in casa, e non solo con l’arredo, infatti, alcuni colori sono neutri, altri sono più forti ma sempre sottotono rispetto alle nostre case, e non ultimo i colori si abbinano bene con le texture delle piante.

I VASI INTELLIGENTI

Vi mostro questi vasi grandi che sono intelligenti, offrono questo vantaggio, sono dotati di ruote in modo da poterli spostare facilmente, comodo vero?

se coltivate una pianta grande con un vaso pesante è la soluzione migliore: il vaso con LE RUOTE!

Questo fatto, di poter essere spostati facilmente

è importante quando si va in vacanza, quando c’è il sole che batte sulla finestra e non si hanno le tende, oppure qualora la luce sia insufficiente, ad es. in alcuni mesi dell’anno, oppure quando occorre allontanare le piante dal freddo di quando si aprono le finestre per cambiare aria nella stanza.

I RINVASI

In questo periodo dell’anno è l’epoca migliore per cambiare il terriccio ormai vecchio e saturo e per sostituire i vasi delle piante; infatti, crescendo le piante hanno bisogno di maggiore spazio per svilupparsi.

Per le piante giovani il rinvaso va eseguito ogni anno, mentre per quelle adulte si esegue ogni 2-3 anni.

Per cambiare il vaso o il terriccio ad una pianta si procede così:

1 – anche un giorno prima del rinvaso bagnare abbondantemente la pianta, ciò facilita la rimozione della pianta stessa dal vaso

2- capovolgere il vaso trattenendo la pianta e la terra con due dita e il palmo della mano

3 – battere sul fondo del vaso con un bastone o con la mano, per rimuovere meglio il pane di terra con la pianta

4 – controllare le radici e la pianta in generale, tagliare le radici morte e le foglie secche e eliminare gran parte del vecchio terriccio

5- il nuovo vaso dovrà essere ben drenato, quindi mettete argilla sul fondo

6 – aggiungere il terriccio nuovo tutto intorno alla pianta e premete bene con le dita

7 – annaffiare abbondantemente controllando che l’acqua in eccesso esca dal foro del vaso

….

Questo post è in collaborazione con Veca

spero che queste informazioni vi siano state utili, sia per sapere come rinvasare una pianta, sia per scegliere al meglio i vasi per casa ( o terrazzo ) con ruote o cache pot, sia per sapere che esistono vasi in plastica riciclata al 60% che derivano dalla raccolta differenziata.

se ancora non mi segui sui social 

FB  INSTA  e Pinterest Youtube