Home architettura Cosa ho visto al Chelsea Flower Show 2022 sui social

Cosa ho visto al Chelsea Flower Show 2022 sui social

Ho visitato il Chelsea flower show nel 2014 e poi nel 2016 il braccialetto della foto ce l’ho ancora in libreria insieme a tutti i Press pass delle varie manifestazioni green


mi sono persa nelle immagini del #chelseaflowershow su Instagram
mi seguite su INSTA ? perchè ci divertiamo ogni giorno

vi mostro cosa mi è piaciuto di più di quest’anno

partiamo dall’allestimento spettacolare di Jo Malone

The Mind Garden by Andy Sturgeon, clicca qui sotto e guarda tutte le foto

fatti ispirare : texture puntiformi, forme verticali e poche macchie di colore

colori delicati bianco, magenta, giallo acido e verde glauco

The Perennial Garden ‘With Love’ by Richard Miers

fatti ispirare: forme verticali a spiga e circolari a palla, toni dominanti bianco con piccoli punti focali viola scuro

Tutta la città è in subbuglio, a partire dall’elegante quartiere londinese del Chelsea che si trasforma in una sola notte e il lunedì mattina le vetrine dei negozi sono addobbate con fiori e installazioni creative di ogni genere.

clicca sulle foto qui sotto e guarda la galleria

Negli ultimi anni si assiste sempre di più al giardino NON giardino, ovvero alla creazione di un “pezzo” di paesaggio, tanto caro agli inglesi, che assomiglia alla natura e che non sembra invece progettato e studiato.

TEMA sull’importanza del benessere mentale in particolare nei bambini che è stato messo a dura prova durante la pandemia ( e non solo i bambini )

è per questo motivo che quest’anno molti giardini del Chelsea hanno un focus particolare sul tema benessere mentale.

La Alder Hey Foraging Station (nella foto qui sopra) incoraggia i bambini a esplorare gli spazi naturali.

è stata appositamente progettata da H. Miller Bros per Alder Hey’s Children’s Charity a Liverpool, presentata per la prima volta al l’RHS Chelsea Flower Show dal 24 al 28 maggio 2022

sarà poi trasferita all’ospedale pediatrico come giardino permanente a beneficio dei pazienti e delle loro famiglie.

altre foto di bellissimi allestimenti in città

il mio preferito per il tema affrontato è questo Plantman’s Ice Garden progettato da John Warland

Dal 1994, 28 trilioni di tonnellate di ghiaccio sono scomparse dalla superficie del pianeta.

Il monolitico cubo di ghiaccio presentato in questa edizione ci ricorda i pericoli legati al cambiamento climatico, offrendo nel contempo la speranza che la generosità botanica ( che si trova al suo interno ) possa garantire la sopravvivenza dell’umanità.

se vuoi imparare anche a PROGETTARE il tuo spazio esterno

ho aperto lo SHOP vieni a curiosare

clicca sulle foto per vedere i vincitori

altro tema importante quest’anno al Chelsea Flower Show è dedicato agli insetti impollinatori

clicca e guarda tutti gli allestimenti

il tema mi sta parecchio a cuore, vi lascio il link al mio ultimo progetto a tema biodiversità ( parliamo di nidi )

e ultimo vi lascio il link per leggere

è una “foresta tascabile” progettata e creata da SUGi, sponsorizzata da Louis Vuitton e Cadogan Estates

ci mostra come anche in uno spazio urbano minimo si possa creare la massima biodiversità, reintroducendo piante autoctone e ricollegando le persone con la natura anche nelle nostre città!

vuoi creare un giardino/terrazzo /balcone per le farfalle? ho disegnato una scheda ad hoc

PS la scheda è inclusa negli abbonamenti

btf

I molti giardini in concorso, infatti il Chelsea Flower Show è suddiviso in varie sezioni e categorie, offrono spunti e idee nuove per professionisti come, progettisti, vivaisti e giardinieri, ma anche per tutte le altre persone appassionate di piante.

Tanti di questi giardini vengono poi donati ad associazioni benefiche od ospedali, o molto più semplicemente venduti a facoltosi clienti inglesi e non.

se vuoi imparare con me ti lascio il LINK AL VIDEO

idee e suggerimenti da LONDRA

se ancora non mi segui sui social 

FB  INSTA  e Pinterest Youtube