Home architettura; giardini Green School

Green School


ricevo la segnalazione di questa scuola green da La Pinta 

Andare a scuola? Sì, alla Green School
Non è un modo di dire! Si chiama veramente così la scuola eco- sostenibile immersa nella giungla a Urdu, vicino Bali, Indonesia.
Nata dall’idea di due occidentali, John e Cynthia Hardy: lui artista canadese patito per l’artigianato indonesiano; lei globetrotter americana. Nel 2008 hanno deciso di aprire un istituto in mezzo al verde con l’obiettivo di formare una generazione di cittadini globali che coltivino le competenze e l’ispirazione per prendersi la responsabilità di un mondo più sostenibile.
“Al Gore ci ha rovinato la vita “, scherzano John e Cynthia. Si sono chiesti: cosa possiamo fare per lasciare ai nostri quattro figli e alle prossime generazioni un pianeta più sano? E l’anno dopo hanno aperto questo campus in un’area dall’atmosfera magica, tra farfalle, libellule, banani e campi di riso.
L’hanno rapidamente sviluppato grazie all’aiuto di grandi sponsor e ai consigli di educatori di fama, e oggi è diventato un istituto internazionale molto apprezzato dalla comunità straniera residente a Bali. In effetti la scuola conta 280 alunni (dall’asilo al liceo) di 45 nazioni diverse.



Gli alunni imparano un po’ di tutto, compreso il bahasa, l’indonesiano, anche se a scuola la lingua ufficiale è l’inglese. C’è un attenzione particolare per le materie legate all’ambiente. I genitori sono spinti a collaborare e i bambini si danno da fare anche praticamente, mangiando a mensa prodotti coltivati da loro stessi nell’orto della classe.
Le rette sono alte, come è d’uso nelle scuole internazionali (dai 6 ai 13mila dollari all’anno), ma c’è un 10 per cento di studenti balinesi che usufruiscono di borse di studio e di tariffe agevolate.
“Con classi all’aria aperta, e così immersi nella natura, le distrazioni sono tante. Capita che una libellula si posi su un banco, e conquisti tutta l’attenzione dei ragazzi” sostiene Roland Stones, direttore dell’istituto. “Ma in questa scuola si sviluppa una creatività incredibile. Questi studenti in qualsiasi università andranno, saranno sempre ambasciatori dell’ambiente”.

articolo scritto da La Pinta lapintablog.blogspot.com