Home blogger IDEA per un orto dal terreno povero

IDEA per un orto dal terreno povero

Quest’anno ho esagerato e ho costruito 2 orti! 

Vuoi per provare due diversi metodi di coltivazione, vuoi per creare due progetti differenti ( uno più a mezzombra e uno più soleggiato) e non ultimo avendo a disposizione un po’ di spazio dove realizzarli,

per “tagliare” sulla spesa degli ortaggi, che in queste settimane sono aumentate di prezzo; peccato che io non abbia anche alberi da frutto.  

In totale tra le due parcelle dedicate all’orto ho una superficie di 6/7 mq. … non male!

terreno povero, magro e pieno di sassi e cocci

Erano diversi anni che volevo provare questo metodo “a lasagna” e quest’anno ci sono riuscita.

Il terreno dove ho voluto realizzare il mio nuovo orto è decisamente POVERO e MAGRO, non è mai stato coltivato, né con fiori né con frutti o ortaggi, e oltre a essere poco fertile è anche pieno zeppo di sassi e cocci.

Difficillissimo da zappare, vi dico solo che ho provato a fare un buco con una vanga, ma più che una vanga mi sarebbe servito un piccone!

Quindi l’idea è stata quella di portare del terreno nuovo, ma non solo, ho deciso di realizzare un Orto a lasagna in due grandi fioriere/ vasche il termine lasagna gardening è stato coniato da Patricia Lanza, una signora americana che ha scritto molti libri al riguardo, vi lascio il link

e quindi questo termine “A LASAGNA” si intende proprio il processo di coltivazione fatto a strati, come le lasagne, in successione: ramaglie, cartoni e avanzi della cucina, terriccio e compost.

Ma andiamo per passi, per prima cosa vanno costruite le grandi fioriere

1 Primo step

N° 8 PANNELLI: larghezza dimensione 120 cm. per H 40 cm.

Ho misurato lo spazio totale del pianoro e ho deciso le dimensioni delle nuove vasche/fioriere

L’anno scorso ho realizzato questo progetto

con dei pannelli multistrato, non avendo utilizzato tutto il materiale ed essendomi avanzati alcuni scarti, li ho recuperati per il mio nuovo orto.

2 Secondo step

Ho verniciato i pannelli con un’impregnante per il legno, così dureranno di più nel tempo.

3 Terzo step

Ho assemblato le vasche montando i pannelli a 90° fissandoli con delle squadrette e delle viti

Una volta posizionate le vasche e per quanto possibile messe in bolla, sono andata a recuperare in giardino tutto il materiale vegetale necessario per creare gli strati dell’orto a lasagna.

Ve ne avevo già parlato anni fa qui, questo è quello del mio vicino di casa

Stratigrafia dell’orto a lasagna:

partendo dal basso ho messo

1/ uno strato di ramaglie ( se avete un giardino, avrete diversi rami secchi, usate le vecchie potature ecc. )

2/ uno strato di cartoni o di giornali o comunque della carta ( invece di buttarla o bruciarla, la recuperate )  

3/ uno strato di rifiuti organici come erba tagliata, piante verdi, fiori sfioriti ( ogni residuo vegetale delle vostre coltivazioni andrà bene) frutta e verdure che generalmente andrebbero nell’umido o nella compostiera

lo fate il compost?

4/ uno strato spesso di foglie secche / triturato / cippato

5/ uno strato di molto spesso il terriccio mediano della compostiera ( è quello a metà della campana )

6/ uno strato di terra buona della compostiera ( è quella più in basso della campana, ovvero è lo strato più vecchio )

7/ uno strato leggero di letame o di stallatico pellettato  

PS Ad ogni uno strato si innaffia

L’orto a lasagna una volta assemblato deve riposare per alcune settimane

Aspetterò tre settimane prima di seminare o piantare verdure e fiori

per prima cosa perché aspettando, la terra si compatterà per bene, anzi sicuramente si abbasserà di quota e probabilmente dovrò aggiungere ancora un buon strato di terra

e secondo motivo, non meno importante, questo terreno oggi, appena realizzato, è troppo ricco e “brucerebbe” tutte le giovani piante.

IDEA

potete anche creare delle aiuole, con o senza vasche, con il rialzato di terra baulato, li farete alti 50/60cm. e vedrete come saranno comodi… anche per la nostra schiena.   

Ci sono diverse note positive se farete l’orto con questo metodo “a lasagna”

1/ NON dovrete vangare di anno in anno

2/ potete solo aggiungere terriccio buono se dopo un anno si fosse abbassata la terra

3/ NON concimerete, perché essendo un terreno nuovo e ricco, per tutti gli strati sottostanti, non sarà necessario aggiungere concime

4/ potrete aggiungere della paglia sulla superficie per mantenere umido il terreno, per impedire una crescita eccessiva delle erbacce e per contrastare l’arrivo delle lumache 

Nei prossimi post vi farò vedere come ho progettato queste due mega fioriere, cosa ho scelto e deciso di coltivare quest’anno.

Verdure, fiori e frutti 😉 perché per me l’orto deve anche essere decorativo, sono pur sempre una scenografa e garden designer 

se volete imparare anche a PROGETTARE il vostro spazio esterno

ho aperto lo SHOP venite a curiosare