Home blogger L’orto di Peter il coniglio IDEE

L’orto di Peter il coniglio IDEE

Come avrete letto qui

Ho preso spunto da Beatrix Potter e quest’anno ho dedicato il mio orto a lei, a Peter il coniglio e alle lumache che mi stanno mangiando tutta l’insalata, non sto facendo nulla per le lumache, perché quest’anno ho deciso che vabene così

( come mi raccontò una ragazza su instagram “ dell’orto del mio amato nonno ricordo la bordura di mughetti e la tartaruga che gli mangiava l’insalata.. ma a lui non importava perché la tartaruga piaceva a me”

Quindi ho deciso di farlo così:

Ho sistemato nello spazio a semicerchio dell’orto l’impianto di irrigazione, è un tubo poroso di colore nero, avessi saputo che esiste anche marrone terracotta .. https://amzn.to/3L0KX3H prossimo anno 😉

ho diviso lo spazio a semicerchio in raggi

e per farlo ho appoggiato per terra delle bacchette ( sono i fusti della mia palma Trachycarpus fortunei che tengo da usare come sostegno per l’orto )

e poi ho deciso dove andavano piantati gli ortaggi

ho scelto e piantato

le bietole quelle con il gambo colorato

il sedano ( perché ho trovato una ricetta di pesto al sedano che mammmmmma mia la bontà)  

il basilico ( ho sparso la vermiculite intorno per tenere umido il terreno )

l’aneto

invece con il vecchio impianto aveva già

il rabarbaro ( ho due piante che ad anni alternati forzo nella campana, ho anche la scheda illustrata nello shop )

la salvia

la borragine Borago officinalis ( che è praticamente un’infestante, viene dove vuole lei, e io la lascio fare )

la nigella sativa ( che è praticamente un’infestante, viene dove vuole lei, e io la lascio fare )

l’erba cipolina il rosmarino

invece per i fiori decorativi da orto ho scelto

il Linum perenne, che dovrebbe allargarsi per bene l’anno prossimo

l’Agastache

i gladioli

l’Echinacea purpurea

e la Knautia macedonica

e due papaveri ( vedi foto )

perché per me l’orto deve essere sia produttivo, cioè serve per coltivare qualcosa da mangiare, anche fossero solo erbe aromatiche, immaginate che bello potrebbe essere

ma deve essere soprattutto decorativo, quindi anche aggiungendo fiori colorati, proprio come si faceva negli anni ‘50

all’epoca si coltivavano le celosie, le dalie, ( ora di gran moda ) le margherite, i mughetti.

Insomma diversi fiori romantici ma soprattutto FIORI DA TAGLIO, proprio per creare dei bei bouquet per noi

se vuoi imparare anche a PROGETTARE il tuo spazio esterno

ho aperto lo SHOP vieni a curiosare

vi racconto un aneddoto, mia nonna, classe 1915, quando si sposò durante gli anni della guerra aveva un bouquet di semplici margherite che suo zio coltivò nell’orto per lei e mio nonno.   

In attesa di trapiantare anche le semine

Ho seminato e sto facendo crescere in serra zinnie, cosmee, cavoli neri.. vedremo

vi volevo mostrare come sta crescendo il mio orto ispirato ai personaggi delle fiabe di Beatrix Potter.

se ancora non mi segui sui social 

FB  INSTA  e Pinterest Youtube

Infine, se trovi che queste informazioni siano utili, condividile con i tuoi amici.