Home botanica Passami il sale che il pepe ce l’ho già

Passami il sale che il pepe ce l’ho già

Il pepe
originario dell’india, arrivò nel mondo occidentale circa duemilacinquecento anni fa, incontrando l’incondizionato favore di medici e gastronomi. 
Nella cucina di Roma entrava in molte pietanze, pur se sostituito talvolta dal più economico mirto. 
Si sapeva così poco della pianta di pepe che in epoca imperiale si era diffusa la leggenda che fosse raccolto dalle scimmie, poiché la pianta germogliava in luoghi inaccessibili all’uomo. 


Il piccolo frutto carnoso del pepe contiene un solo seme che, raccolto non ancora maturo, rappresenta il pepe verde, maturo ed essiccato diventa il pepe nero, mentre liberato dalla polpa è il pepe bianco. Gli antichi, conoscendo solo i grani ma non la pianta, incorsero nell’errore di credere che pepe bianco e pepe nero fossero due alberi diversi. 



Questa spezia aveva un costo molto elevato, grazie alla sua conservazione senza tempo e alla difficile sofisticazione che poteva subire. 

Rappresentava una merce rara con cui sovente i vassalli pagavano tributi o riscatti.

La costante richiesta del pepe dominò nei secoli il commercio delle spezie.


leggi tutto l’articolo qui  www.taccuinistorici.it















PASSAMI IL SALE, IL PEPE CE L’HO GIA’
Tovaglia creativa di la famiglia homedesign
Nasce dall’idea di una grafica appassionata di libri e di lettering, di bianco e di nero
Confeziona tovaglielenzuolatende e tessuti vari per l’arredamento ed il vestiario dipinti a mano…
www.lafamigliahomedesign.com