Home botanica Physalis alkekengi_pianta delle “lanterne cinesi”

Physalis alkekengi_pianta delle “lanterne cinesi”

pianta delle “lanterne cinesi” in casa mia

Physalis alkekengi

nome botanico: Physalis alkekengi
famiglia: Solanaceae
breve descrizione: Pianta erbacea con fusto che può arrivare fino a 1m di altezza, eretto, ramificato, subglabro ed angoloso.
I fiori sono bianchi, piccoli, a forma di campanella e spuntano all’ascella delle foglie; sono tipici i calici arancioni di consistenza simile alla carta che avvolgono le bacche.
Le foglie sono verde chiaro ed ovali, di lunghezza tra i 5 e gli 8 cm.
durata: Perenne
periodo di fioritura: Da luglio ad agosto
area di origine: Europa ed Asia
clima: Temperato caldo
uso: I calici rendono la pianta adatta a fini decorativi.

Gli usi più comuni sono alimentari, infatti la pianta appartiene alla stessa famiglia di patate e pomodori; e farmaceutici.

I frutti di alkekengi fatti confettare nella cioccolata costituiscono una ghiottoneria assai ricercata.


esposizione e luminosità: La crescita della pianta è favorita dall’esposizione non diretta ai raggi del sole; preferisce poca ombra

temperatura: Questo tipo di pianta si adatta molto bene alle alte temperature. Non scendere sotto i 6°C
substrato: Secco.
Non è di grossa importanza la sua composizione.
L’habitat ideale è in boschi umidi o in siepi fino a 1000 m s.l.m.
irrigazione: Solo in periodo estivo o in caso di prolungata siccità
concimazione: Utilizzare del concime liquido una volta al mese
propagazione: Tramite semina
rinvaso: Inizio primavera quando necessario
potatura: Eliminare le parti secche o danneggiate
avversità:L’Alchechengio può essere soggetto a funghi piccoli
consigli: In caso di coltivazione in vaso evitare i ristagni d’acqua.

Non necessitano di cure particolari. E’ sufficiente recidere le parti danneggiate.