Potatura delle piante: si comincia in autunno

Potatura delle piante: si comincia in autunno

rose

 

Una delle maggiori preoccupazioni per chi possiede un orto o un giardino è la potatura. Sfoltire e “rimpicciolire” delle piante che avete visto crescere poco a poco durante i mesi di sole può sembrare un taglio netto agli sforzi che avete fatto. Ma se la potatura viene effettuata in maniera corretta e nel periodo giusto, la pianta risorgerà più forte e rigogliosa l’anno prossimo.

A chi affidarsi?

potatura alberi

Si tratta di un’operazione che non si termina in una giornata e nemmeno in una settimana perchè ogni albero e arbusto va potato nel periodo migliore per le sue esigenze. Per questo se ci tenete alle vostre piante, ma siete dei giardinieri amatoriali e con poco tempo a disposizione, la soluzione migliore è quella di rivolgersi ad un professionista che si occupi della potatura del vostro giardino, che potete trovare comodamente sul portale Guidagiardini.it.

potatura giardini 2

 

Potatura fai da te?

Se volete invece cimentarvi in una potatura fai da te, dovrete munirvi degli attrezzi giusti e seguire alcuni consigli di base, condivisi da Guidagiardini.it.

Per prima cosa dovete creare un calendario per il trattamento delle vostre piante nei mesi freddi. Infatti il periodo ideale per potare quasi tutti gli alberi è durante il riposo vegetativo, a partire dall’inizio dell’autunno per alcuni, fino alla fine dell’inverno per altri.

potatura giardini

Si comincia ad ottobre/novembre, quando si potano gli arbusti che fioriscono già in primavera come azalee, rododendri, rose rampicanti e camelie, le piante erbacee perenni come le peonie e le bouganville e anche gli alberi che forniscono legno vecchio per l’inverno.

La potatura di queste piante si effettua in primo autunno, subito dopo la fine della stagione di fioritura e prima che nascano i nuovi germogli florali, in modo da preservarli per la primavera successiva.

giardini

 

5 regole di base sulla potatura

Per procedere, tenete a mente queste regole di base, valide per qualunque pianta:

  1. accorciate ogni ramo di almeno un quarto, tagliando di più dove i rami sono più lunghi, in modo da equilibrarne la chioma
  2. accorciate di più i rami superiori in modo da aprire la luce verso quelli inferiori ed evitare che la parte bassa resti poco sviluppata
  3. effettuate il taglio in obliquo rispetto al terreno in modo da evitare che si creino depositi d’acqua sul taglio, e comunque nella direzione dove preferite che si sviluppi la pianta: tagli verso l’alto per piante che volete far crescere in altezza e verso l’esterno per piante che volete far diventare più ampie
  4. eliminate invece i rami che si rivolgono verso l’interno, perchè creeranno intrecci e riceveranno poca luce
  5. eliminate dalla base anche i rami spezzati, malati e deboli perchè saranno solo uno spreco di energia per la pianta

http://www.guidagiardini.it/

  1. bouganville

Se non segui ancora Blossom zine su Facebook, ti lascio il link qui, perchè noi ci divertiamo un sacco :) e siamo online con il numero di Blossom zine → LINK QUI per sfogliarlo ( una rivista di fiori e piante come non l'hai mai vista )