Home botanica zucche ornamentali

zucche ornamentali

Un esempio della diffusione ornamentale delle Cucurbita è data dalla classica zucca arancione illuminata dalla candela per Halloween, tradizione importata dalla cultura celtica, che però trova ampi riscontri nella tradizione contadina del nord Italia (veneto).
Facciamo ora una rapida carrellata dei principali tipi di zucche ornamentali:
· Klein bicolor: zucche piccole (8-12 cm di diametro) a forma di fiasco con la parte inferiore verde variegato e quella superiore giallo-oro.
· Klein birne bicolor: zucche piccole (8-12 cm di diametro) a forma di pera con la parte inferiore verde uniforme e quella superiore gialla.
· Cou-tors Hative: zucche piccole (20 cm di lunghezza) a forma di piccolo cigno dal colore arancio intenso
· Baby boo: zucche piccole (10 cm di diametro) a forma di piccola palla costoluta bianca dalla pelle liscia.
· Turban o mini turbante: zucche piccole con parte superiore ricoprente dai vari colori (bianco, giallo, rosso e verde).
· Kleine orangen: zucche piccole a forma di arancio dalla pelle arancione e liscia..
· Kleine Warzen: zucche piccole (10-15 cm di diametro) a forma di palla dalla pelle multicolore e bitorzoluta.
· Ten commandments: zucche piccole a forma di corona, con protuberanze più o meno lunghe e ricurve in diverse combinazioni di colori.
· Trombetta d’albenga: zucca rampicante a forma di piccola clava
· Pergola serpente di Sicilia: a forma di serpente
· Fiaschetto dei pescatori: zucca dalla buccia impermeabile usata in passato come contenitore per liquidi
· Berretta piacentina e Marina di Chioggia: adatta in gastronomia per tortelli e risotti
· Atlantic giant e Big Max: zucche arancioni giganti.
www.giardinaggio.it

zucche ornamentali via flickr
IL ciclo colturale di queste piante è annuale e si adattano alla coltivazione in tutta Italia. Richiedono terreni freschi, profondi e ben drenati per non avere marciumi alle radici o al colletto (punto tra fusto e radici). La temperatura deve essere superiore a 5-7°C, ottimale quella estiva di 25-30°C. In primavera, aprile-maggio, dopo aver preparato accuratamente il terreno dell’orto (vangatura, concimazione minerale e organica, zappatura e affinamento finale con il rastrello) si semina.
Si possono usare semi dell’annata precedente o di anni passati (rimangono attivi anche per 3-4 anni) posizionandone 2-3 in buche distanziate tra loro 2m x 1m, ad una profondità di 3-4 cm.
Si mettono le buche molto distanti tra loro perché la pianta di zucca si sviluppa molto ed occupa velocemente lo spazio a disposizione. Dopo un paio di settimane nasceranno le piantine e quando saranno affrancate se ne terrà solo 1 per buca (quella più sviluppata e robusta).
Nel corso della coltivazione si dovrà provvedere ad estirpare le piante infestanti, irrigare nei periodi più caldi e a concimare periodicamente. Queste piante sono molto sensibili a malattie funginee, per questo motivo bisogna fare attenzione a non bagnarle eccessivamente al momento delle irrigazioni ed eseguire dei periodici trattamenti con fungicidi di copertura (i classici rameici) dopo periodi particolarmente umidi.
Dopo 130-150 giorni si ottengono i frutti pronti per essere raccolti, quindi a partire da Settembre si possono iniziare a raccogliere le prime produzioni. I frutti una volta raccolti possono abbellire e rallegrare le nostre abitazioni riuniti in vasi, ciotole di terracotta, cestini in ceramica, centrotavola in vetro per un periodo di 2-4 mesi.
vendita on line : www.zuccheornamentali.com
Bookmark and Share